Incendio nel sottopasso vicino via Veneto: due senzatetto muoiono carbonizzati

 

 provini altare

Incendio nel sottopasso vicino via Veneto: 
due senzatetto muoiono carbonizzati

La tragedia forse per incidente. Le vittime: due somali di 25 e 30 anni. 

 

ROMA – I corpi carbonizzati di due clochard di nazionalità somala tra i 25 e i 30 anni sono stati ritrovati domenica mattina dai Vigili del Fuoco nel sottopasso di Corso Italia a Roma, dove si era sviluppato un incendio. Le fiamme sono divampate intorno alle 4.30 di notte. Da tempo ci sono delle polemiche perché il sottopasso di Corso Italia è ogni notte rifugio di clochard e senza fissa dimora

Incendio a Roma, due clochard carbonizzati Incendio a Roma, due clochard carbonizzati     Incendio a Roma, due clochard carbonizzati     Incendio a Roma, due clochard carbonizzati     Incendio a Roma, due clochard carbonizzati     Incendio a Roma, due clochard carbonizzati

A DUE PASSI DA VIA VENETO – I due erano all’interno di una piccola nicchia di uno dei sottopassi del Muro Torto, a due passi da via Veneto. L’ipotesi più probabile è che per scaldarsi dal freddo, nel corso della notte abbiano acceso qualcosa che poi ha innescato l’incendio. Probabilmente cartoni che i due hanno raccolto fuori da un supermercato della zona. Un testimone li avrebbe visti mentre scendevano nel sottopasso dove sono state trovate anche bottiglie di whisky vuote. Quando i vigili del fuoco sono arrivati per spegnere l’incendio, avvertiti da alcuni passanti, per i due non c’era più niente da fare.

Viaggio nel sottopasso di corso Italia
di R. Frignani e Jpeg Fotoservizi

 

FORSE UN INCIDENTE – E’ in corso un sopralluogo dei vigili del fuoco del nucleo investigativo antincendio e della polizia scientifica per accertare le cause dell’incendio. Sono in corso anche i primi rilievi sui due per cercare impronti digitali utili all’identificazione dei cadaveri. L’ipotesi sui cui lavorano gli inquirenti è quella di un incidente. Si sta comunque lavorando per escludere qualsiasi altra ipotesi, compresa quella dell’atto doloso.

INTERVIENE LA PROCURA – E sul caso la procura di Roma ha aperto un fascicolo: gli accertamenti sono affidati al pm Alberto Galanti. Nessuna ipotesi di reato al vaglio, per il momento, anche alla luce di alcune testimonianze secondo le quali le fiamme si sarebbero propagate a causa dell’accensione di cartoni da parte dei due clochard. Tra i primi atti della magistratura l’autopsia sui due corpi carbonizzati.

Il racconto di un testimone
di R. Frignani – M. Proto

 

I TESTIMONI – «Ci sono diverse persone qui sotto, soprattutto in inverno, per il freddo», raccontano due senzatetto che da mesi vivono nei sottopassi di Corso Italia. Li hanno «traslocati» ma loro ritornano perché non sanno dove andare. Sono due fratelli, di origini pugliesi, che domenica notte hanno dormito poco distanti dal posto dove i due senzatetto somali sono stati trovati morti carbonizzati. «Prima del rogo abbiamo visto un altro somalo allontanarsi»: è l’unica cosa che ricordano i due . «Qui a Roma ogni tanto ci sono dei controlli, per questo siamo costretti ad allontanarci da un punto all’altro del sottopasso». I due hanno anche scritto una sorta di rap su uno dei muri del sottopasso, nel quale le prime strofe recitano: «Governo italiano: Ehi fatemi parlare, ehi fatemi sfogare, ehi fatemi sognare, ehi Monti non farci morire di fame».

Rinaldo Frignani e Redazione Roma Online

IL MIO IMPEGNO… NON E’ SERVITO PURTROPPO

A NULLA.

A NIN QUESTO NOSTRO PAESE SI MUORE ANCORA PER IL FREDDO.. LA RABBIA, L'INDIFFERENZA DELLA GENTE

PRESEPE FATTO A MANO. NATALE 2010 DEDICATO ALLA MIA FAMIGLIA E AI CLOCHARD FOTO PUBBLICATA DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA

BUONE NOTIZIE MIA LETTERA

DAL SETTIMANALE LA VITA CATTOLICA DIOCESI DI CREMONA : APPELLO PER I CLOCHARD E LETTERA DEL SANTO PADRE GIOVEDI 13 GEN. 2011

Incendio nel sottopasso vicino via Veneto: due senzatetto muoiono carbonizzatiultima modifica: 2013-01-27T18:58:00+01:00da mobbing21
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento