Figli alle coppie gay? Sentenza pericolosa

 PROVINI PRESEPE

 

FAMIGLIA SOTTO ASSEDIO
 
Figli alle coppie gay?
Sentenza pericolosa
 
 
Cosa augurare a questo bambino? Di restare a vivere con la mamma e con la compagna della mamma – così come ha stabilito la Corte di Cassazione – o di venir affidato al papà violento che se n’è andato quando il figlio aveva dieci mesi, rinunciando a vederlo e a educarlo? I supremi giudici – presidente Maria Gabriella Luccioli – hanno sentenziato in merito respingendo il ricorso del un padre naturale che si era visto privare dell’affido condiviso del figlio per le violenze cui il bambino aveva assistito, e confermato che il piccolo debba essere allevato dalla mamma e dalla convivente di lei. Una scelta, si potrebbe sintetizzare, a favore del male minore e non una sentenza ideologica che «apre» alla possibilità di adozione da parte delle coppie gay. Anche perché i giudici, forse per evitare che le loro parole si trasformassero, come si dice, in “giurisprudenza”, si sono limitati a un accenno fuggevole in riferimento al caso specifico e non teorizzano in alcun modo la necessità di legiferare a favore dell’adozione da parte delle coppie omosessuali. 

Del tutto fuori strada quindi i commenti di chi ha subito colto l’occasione per gridare alla “modernità” e alla “lungimiranza” dei supremi giudici. Il punto di vista della Cassazione sulla possibilità per una coppia omosessuale di crescere un figlio è contenuto nella sentenza numero 601, depositata ieri. Un immigrato musulmano si è rivolto al tribunale contestando la decisione della Corte di Appello di Brescia – la città dove l’uomo risiede – del 26 luglio 2011 che aveva affidato in via esclusiva il minore alla sua ex compagna. L’immigrato faceva presente che dopo la fine della loro storia la sua ex era andata a vivere con una donna, un’assistente sociale della comunità per tossicodipendenti dove la madre del bambino conteso aveva trascorso un lungo periodo per disintossicarsi. Secondo la difesa dell’uomo, il Tribunale di Brescia non avrebbe approfondito, come richiesto dal servizio sociale, se la famiglia in cui è stato inserito il minore, composta da due donne legate da una relazione omosessuale, fosse idonea sotto il profilo educativo a garantire l’equilibrato sviluppo del bambino. E ricordavano il «diritto fondamentale del minore di essere educato secondo i principi educativi e religiosi di entrambi i genitori. Fatto questo che non poteva prescindere dal contesto religioso e culturale del padre, di religione musulmana».

Ma Cassazione ha reso definitivo il verdetto, confermando l’affido esclusivo alla madre e spiegando, tra l’altro, che il pregiudizio per il bambino di essere cresciuto ed educato da due donne non è in re ipsa (cioè non vale di per se stesso) ma va provato. «Non sono poste certezze scientifiche o dati di esperienza – scrive la Cassazione –  bensì il mero pregiudizio che sia dannoso per l’equilibrato sviluppo del bambino il fatto di vivere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale. In tal modo si dà per scontato ciò che invece è da dimostrare, ossia la dannosità di quel contesto familiare per il bambino, che dunque correttamente la Corte d’appello ha preteso fosse specificamente argomentata».

La Corte Suprema ha anche ricordato all’uomo che lui stesso si era allontanato dal figlio quando aveva appena dieci mesi «sottraendosi – si legge nella sentenza – anche agli incontri protetti e assumendo, quindi, un comportamento non improntato a volontà di recupero delle funzioni genitoriali e poco coerente con la stessa richiesta di affidamento condiviso e di frequentazione libera del bambino». Secondo i supremi giudici, quindi, la Corte d’Appello di Brescia ha correttamente e ampiamente motivato sulla «ostatività del comportamento dell’uomo (aggressione della convivente della sua ex madre del minore, e diserzione delle visite al bambino) all’affidamento congiunto».

 

GabrieleCervi

GabrieleCervi Edit

Italia

LA MIA iscrizione A FACEBOOK NON HA SCOPO DI lucro MI SERVE PER IL BENE COMUNE Divulgare E LE PARI OPPORTUNITA ‘PER QUESTO HO UN Fondato BLOG SOCIALE DI Ispirazione CRISTIANA Collegato A FACEBOOK CHE USO VIENI PASSA PAROLA. / / Laboratoriosociale.myblog.it / http://fotoblogdisupporto.fotoblog.it/ http://aiutatemo.myblog.it/ http://cervigabriele.over-blog.it/ # fromadmin http://it-it.facebook.com/group.php?gid=158267236376

Blog: aiutatemo.myblog.it /
Sito web: www.aiutobambini.it

Issuu: issuu.com / gabrielecervi

GABRIELECERVI DI DOCUMENTI Modifica

 

La famiglia negato

LA FAMI NEGATO …

NEGATO IL DOSSIER FAMILYA CRIMINE SOCIALE …

Per gabrielecervi

Impressioni: 525

 

Famiglia negata - Diario

FAMIGLIA NEGATA …

Le mie Battaglie per chiudere Gli lontano o …

Per gabrielecervi

Impressioni: 2098

Nicoletta Martinelli
Le notizie quotidiane

  

 shinystat.cgi?USER=cervigabriele

 

 

DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE E

VISIONARE IL

NOSTRO GRUPPO.

SE POI LO TROVI INTERESSANTE

CHIEDI L’ADESIONE 

 
 

ANGELO E GABRIELE CERVI AMICI D’ORFANATROFIO

SITO DIARIO LE MIE LOTTE PER FAR CHIUDERE GLI ORFANATROFI

LA DISCIPLINA DELLA TERRA COLLEGATO AL MIO GRUPPO SU FACEBOOK

INFANZIA ABBANDONATA IN ITALIA UN CRIMINE ITALIANO



   

Post recenti

        

Post recenti

 
                               

DOTT. FERDINANDO IMPOSIMATO

PEPPINO IMPASTATO UN UOMO VERO CHE HA VISSUTO DA VERO UOMO

GLI SPRECHI DEI MINISTRI

LA PROVINCIA QUOTIDIANO DI CREMONA SU FACEBOOK

LA FAMIGLIA NEGATA DIARIO ONLINE DI GABRIELE CERVI

RIFORMA DEI PARTITI E DEI SINDACATI CODICE ETICO

RIFLESSIONI

RIFLESSIONI

 

:: CONTATTI ::
PAPA WOITILA E BENEDETTO CONTRO LA PEDOFILIA :: IL FIGLIO ADOTTIVO DI MADONNA POLEMICHE :: IL LABIRINTO DI PAROLE :: INTERVISTA A GABRIELE :: IL MINISTRO FERRERO CONTRO L’ABBANDONO :: DONO A PAPA WOITILA I 15 LIBRI DELLA SPERANZA :: IL LABIRINTO FOTOGRAFICO DEI POLITICI :: STEFANO ZECCHI PUNITO IL DIRITTO DI ESSERE FIGLI :: COME FARE PER ADOTTARE UN MINORE :: ESPOSTO ALL’AJA STATO ITALIANO DECNUNCIATO :: MINORI ABBANDONATI :: ORFANI MOBBIZZATI E ISTITUZIONALIZZATI :: IL CASO DELLA BAMBINA BIELORUSSA :: BAMBINI LAVORATORI FOTO :: infanzia abbandonata un crimine sociale :: ALESSANDRO BALDI :: MANGIA IL TUO VOMITO :: IL MINISTERO RISPONDE :: ON.GIUSEPPE TORCHIO :: TUTTI A CASA :: DON ALBANESI :: DON BENZI :: MAIL ALLA CARRA :: SAI COSA E’ LA BONTA’ :: KOFI ANNAN :: SONO UN FALLITO , MI LASCIO MORIRE :: FRANCO ZEFFIRELLI :: UNICEF NOTA INFORMATIVA BAMBINA BIELORUSSA :: NAPOLITANO – BERTINOTTI APPELLO :: BERLUSCONI :: ON.CASINI :: 1 MAGGIO FESTA ANACRONISTICA :: CARLO GIUFFRE’ :: AL CAPO DELLA PROCURA DI CREMONA :: BARBARA DE ROSSI :: BORELLI :: MINISTRO BALBO :: PRESIDENTE CASINI :: CHE PASTICCIACCIO BRUTTO QUELLO DELLE ADOZIONI :: D’ALEMA IL MIO RIGETTO :: DON VINICIO ALBANESI :: DON BENZI :: FADICA PRES. TRIBUNALE MINORI :: DARIO FO :: FORMIGONI :: FORUM CONTRO L’IPOCRISIA :: CIAMPI :: GINA LOLLOBRIGIA :: IL BILANCIO AMARO DI ERNESTO CAFFO :: IL DISAGIO GIOVANILE :: I BAMBINI DI ALEX E L’IMPEGNO DELL’ARTISTA :: IL LABIRINTO IPOCRITA DEL SISTEMA ITALIA :: UNIVERSITA’ STATALE DI MILANO :: LIVIA TURCO :: IL CARDINALE TONINI :: MARIA GRAZIA CUCINOTTA :: MINISTRO MARONI :: MINISTRO MELANDRI :: MARIA DE FILIPPI :: PRESIDENTE SCALFARO :: MINISTRO BONINO :: CHIUDERE 475 ORFANATROFI :: MIISTRO GASPARRI :: GIUSTIZIA.IT :: LIVIA POMODORO :: ONU :: UNICEF NOTA INFORMATIVA BAMBINA BIELORUSSA :: TUTTI A CASA STORIA DI LUCIA CRESCIUTA IN IN ISTITUTO :: CIAMPI :: CIECO PER ADOZIONI :: LAFRANCONI VESCOVO DI CREMONA :: NANDO DALLA CHIESA :: FORUM CONTRO L’IPOCRISIA :: LABIRINTO FOTOGRAFICO :: LA FAMIGLIA NEGATA DIARIO 1995/2007 :: Adozioni anche per i single :: 31 dicembre DATA STORICA SI CHUDONO GLI ORFANATROFI :: AMMAZZATECI TUTTI ASSOCIAZIONE BENEMERITA ONLUS :: FIGLI DI NESSSUNO LA STORIA SIAMO NOI :: BLOG SOCIALE DI ISPIRAZIONE CRISTIANA DICERVI GABRIELE COOLEGATO AL GRUPPO SU FACEBOOK :: CERCO FAMIGLIA AIUTATEMI COLLEGATO A FACEBOOK :: FOTOBLOG :: BLOG SOCIALE DI GABRIELE CERVI COLLEGATO A FACEBOOK 
Figli alle coppie gay? Sentenza pericolosaultima modifica: 2013-01-12T14:51:00+01:00da mobbing21
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento